FAQ

We have compiled some frequently asked questions and answers for all interested parties. Should you not find an answer to your question, please contact us.

Domande frequenti

Come vi siete conosciuti e come è iniziata la vostra iniziativa?


Tutto è iniziato a Wageningen, nei Paesi Bassi. Alcuni di noi hanno scelto di analizzare per un corso universitario il dibattito sulla sentenza della Corte di giustizia europea dell'anno scorso. Abbiamo esplorato diverse opinioni e condotto alcune interviste, dalle quali abbiamo concluso che l'attuale situazione giuridica non è ragionevole a lungo termine. Abbiamo trovato l'argomento così accattivante che abbiamo iniziato a parlare con altri amici al di fuori del corso. Insieme abbiamo deciso di trasformare le parole in azioni e lanciare un'iniziativa dei cittadini europei per chiedere un quadro legislativo migliore.




Dove posso trovare la proposta dettagliata?


La proposta è disponibile qui sul sito web della Commissione.




Quante firme vi servono per paese?


Avremo bisogno di un milione di firme in totale. I firmatari devono provenire da almeno un quarto di tutti gli Stati membri e raggiungere il numero minimo di firme per almeno un quarto di tutti gli Stati membri. I numeri esatti sono mostrati nello schema seguente (dal Regolamento (UE) 211/2011). Forniremo un aggiornamento frequente sul numero di firme raggiunte sul sito web.




Le firme dei cittadini britannici contano alla luce del Brexit di quest'anno?


Sì, i firmatari del Regno Unito sono più che benvenuti fino alla data di ritiro prevista (ora: 1 novembre 2019). Tutte queste firme varranno per il milione di persone di cui abbiamo bisogno. Tuttavia, dopo la data di ritiro prevista, o dopo la firma di un accordo di ritiro, non possiamo più accettare altre firme di cittadini britannici.




Che succede quando avete raggiunto le firme?


Se riusciremo ad ottenere un numero sufficiente di sostenitori, presenteremo l'iniziativa alla Commissione. Questa, organizzerà un'udienza pubblica. Entro tre mesi dalla presentazione, la Commissione pubblicherà le misure che intende adottare e le ragioni per cui ha (o non ha) adottato tale azione.




Chi ti sponsorizza?


Finora non abbiamo ricevuto alcun finanziamento. Le nostre spese sono limitate al dominio del sito web, ad alcune stampe e alle spese di spedizione dei documenti ufficiali che abbiamo inviato a Bruxelles.

Tuttavia, in futuro potremmo lanciare una campagna di crowd funding per promuovere ulteriormente la nostra iniziativa. Prendiamo sul serio il nostro principio di trasparenza e divulgheremo tutte le spese future e i fondi raccolti sul nostro sito web. Inoltre, doneremo il denaro in eccesso a progetti sulla biodiversità, cambiamento climatico e lo sviluppo sostenibile - troverete i riferimenti a queste donazioni e altri dettagli sul nostro sito web.




Come posso diventare uno sponsor?


Per il momento non accettiamo donazioni o sponsorizzazioni. Potremmo organizzare una campagna di crowd-funding per coprire le spese future. In tal caso, troverete i dettagli su questo sito web.




Qual è lo scopo della vostra iniziativa?


La nostra iniziativa serve a molti scopi.

Innanzitutto, vogliamo aggiungere un senso di urgenza per aggiornare l’attuale legislazione, che non è stata adatta ai progressi scientifici degli ultimi decenni. Alla luce del cambiamento climatico e della prevista scarsità alimentare, riteniamo che il tempo che abbiamo a disposizione sia limitato per iniziare ad agire in modo più sostenibile. Inoltre, presentando un'Iniziativa dei cittadini europei vogliamo coinvolgere il grande pubblico, piuttosto che lasciare il processo decisionale ai soli politici e scienziati. Riteniamo che la promozione di una scelta libera e informata per i consumatori dovrebbe essere alla base di ogni misura legislativa riguardante il futuro del nostro cibo nell'UE. Non pretendiamo che il nostro approccio sia "l'unico e migliore" per ottenere una legislazione aggiornata sulle tecniche di coltura nell'UE. Riteniamo invece che gli sforzi congiunti di diverse iniziative condurranno al successo. A tal fine, intendiamo svolgere un ruolo minore.




Ne trarrete vantaggio?


Siamo tutti giovani cittadini dell'Unione europea, con un futuro davanti. Poiché tali, siamo preoccupati per le sfide che ci attendono in futuro, come il cambiamento climatico e l'insicurezza alimentare. Abbiamo scelto di contribuire attivamente al progresso scientifico responsabile nell'UE per affrontare queste sfide. In questo modo, noi e le altre generazioni trarremo vantaggio da un quadro giuridico che si tradurrà in colture più nutrienti, più sicure e più resistenti.




Come posso aderire all'iniziativa?


Se sei interessato a partecipare alla nostra iniziativa, siamo sempre felici di rafforzare il nostro team e di espandere la nostra rete. In particolare, abbiamo bisogno di aiuto per diffondere la notizia e coinvolgere il pubblico in un dibattito informato. Contattaci e saremo lieti di trovare un terreno comune.




Come può la NPBT contribuire a un'agricoltura più sostenibile?


Per gli agricoltori, queste tecniche possono aiutare a rendere più facile e veloce ottimizzare una varietà di coltura in modo che sia, più resistente a condizione climatiche avverse e ai parassiti. Ad esempio, può essere creata una coltura resistente alle malattie fungine, e quindi nell'ambiente vengono spruzzate meno sostanze chimiche tossiche. Una coltura può anche essere ottimizzata per richiedere un minore apporto di nutrienti e quindi aiutare a tenere a riposo i terreni europei, che sono fortemente sovraccaricati di fertilizzanti agricoli e che entrano nell’ acqua. Queste sono solo tre su molte possibilità - e tutte queste possono contribuire a un'agricoltura più sostenibile.




Quali sono i vantaggi dell'uso di queste nuove tecniche al posto delle tecniche di coltura convenzionali?


Il vantaggio più importante delle nuove tecniche rispetto alle tecniche di coltura convenzionali (in particolare la mutagenesi) è che sono più accurate e veloci.

La coltura mediante mutagenesi convenzionale si basa sull'uso di sostanze chimiche aggressive e radiazioni a mutazioni aleatorie nel DNA di una coltura. Queste mutazioni vengono create sia nelle posizioni desiderate che in quelle indesiderate all'interno del DNA della coltura. Questo si traduce in un processo di coltura molto lungo e costoso, e in un prodotto che può avere effetti indesiderati. Le nuove tecniche di coltura sono più efficienti e più accurate della mutagenesi convenzionale. Possono essere utilizzate per inserire una sola mutazione puntiforme nel DNA di una coltura, senza le molte mutazioni fuori scopo e indesiderate, introdotte con la mutagenesi convenzionale. Questa procedura è anche molto più veloce, e il tempo è prezioso quando si tratta di coltivazioni resistenti a climi avversi.

Una metafora per illustrare quest’ aspetto:

Se volete ascoltare la vostra canzone preferita, potrebbero volerci ore o giorni prima che la radio la riproduca. Nel frattempo potreste aver bisogno di ascoltare canzoni che non vi piacciono e molte pubblicità. Se si utilizza un servizio di streaming come Spotify, è possibile ascoltare la tua canzone preferita istantaneamente senza il fastidio di canzoni o annunci pubblicitari. Beh, la mutagenesi convenzionale è come aspettare che la radio suoni la tua canzone preferita. Nuove tecniche di allevamento sono come saltare tutti i lati negativi di una radio utilizzando un servizio di streaming. Alla fine, entrambe le piattaforme musicali vi permetteranno di ascoltare la stessa canzone, proprio come entrambi i tipi di tecniche di coltura vi permetteranno di fare lo stesso raccolto.

Vi alleghiamo anche la dichiarazione di un gruppo di consulenti scientifici della Commissione europea, che illustrano i benefici delle nuove tecniche di allevamento.




Qual è la differenza tra queste nuove tecniche (NBT) e gli OGM tradizionali?


È importante notare che le NBT si riferiscono a una tecnica, mentre gli OGM tradizionali si riferiscono a un prodotto.

Gli OGM tradizionali sono organismi il cui materiale genetico (DNA) è stato alterato in un modo che non sarebbe potuto accadere naturalmente. Questi OGM tradizionali potrebbero contenere pezzi di DNA di organismi con i quali non avrebbero potuto riprodursi, o potrebbero essere il risultato di grandi cambiamenti nel DNA di un organismo, ad esempio cancellando o duplicando una lunga sequenza di DNA.

I cambiamenti che potrebbero essere avvenuti naturalmente includono le mutazioni. Le mutazioni sono un fenomeno naturale e si verificano in tutte le cellule viventi, anche le vostre. Le mutazioni sono la ragione della grande biodiversità che abbiamo sulla Terra, poiché sono i motori dell'evoluzione. Alcuni metodi di allevamento, compresa la mutagenesi convenzionale, si basano sull'introduzione di mutazioni nel DNA. Gli organismi che ne risultano non sono quindi considerati OGM tradizionali.

Le NBT possono essere utilizzate sia per produrre OGM tradizionali che per inserire piccole mutazioni, proprio come quelle descritte nel paragrafo precedente. Le mutazioni indotte con le NBT sono indistinguibili dalle mutazioni che accadono naturalmente.

Riassumendo, le NBT danno luogo a colture tradizionali, o non OGM, che si sarebbero potute verificare naturalmente. Riteniamo necessario distinguere tra i due risultati per garantire norme più sicure e orientate al futuro.




Come posso immaginare le nuove tecniche, passo dopo passo?


Negli ultimi anni sono state sviluppate diverse tecniche. Con queste tecniche sono possibili modifiche molto precise del materiale genetico. Esistono diverse tecniche che si basano principalmente sull'introduzione d’interruzioni (o tagli) mirati nel materiale genetico (o DNA) di un organismo (come una coltura o batteri). Queste rotture sono poi riparate dal meccanismo di riparazione dell'organismo stesso. Questo è soggetto a errori, il che significa che è facile migliorare o disattivare un tratto di una pianta.

Alcune tecniche introducono queste rotture con un sistema naturalmente presente in tutti i batteri, chiamato CRISPR/Cas. In parole povere, si tratta di un macchinario che conosce l'esatta posizione della rottura e rompe il DNA solo in questa posizione.

Altre tecniche coinvolgono altri tipi d’ingranaggi, ma il principio rimane lo stesso. Vi invitiamo a leggere il documento dell'EFSA su queste tecniche.




Menzionate principalmente i raccolti. Cosa succede agli animali o ai batteri?


La direttiva 2001/18/CE sull'emissione deliberata nell'ambiente di OGM copre tutti gli organismi, ad eccezione degli esseri umani il cui materiale genetico è stato modificato. Ciò significa che anche gli animali e i batteri rientrano nel campo di applicazione della direttiva. Se viene introdotto il proposto ‘’Annesso I C’’ alla Direttiva, anche la loro emissione nell'ambiente sarà sottoposta al regime stabilito nell'annesso aggiuntivo che proponiamo.





© 2019 por Grow Scientific Progress. Creado con Wix.com

  • Facebook - Grey Circle
  • Twitter - Grey Circle
Este página web se diseñó con la plataforma
.com
. Crea tu página web hoy.
Comienza ya